Santa Margherita Ligure

Santa e Portofino – Levante News tutte le notizie dalla riviera ligure e dall'entroterra

  • Chiavari: alcolismo, quando una conferenza dei sindaci?
    by marco on 22 Agosto 2019 at 19:20

    Sotto la gestione Asl 4 di Paolo Cavagnaro, accadeva che nel corso di conferenze stampa fossero illustrati report su alcuni temi del territorio, ad esempio sugli infortuni. Ma anche sulle dipendenze: gioco, droga, alcol. Quasi ogni giorno le forze dell’ordine fermano, sul nostro territorio, veicoli condotti da persone in stato di ebbrezza; tra loro anche […]

  • ‘Santa’: rifiuti, il Comune mette nel mirino gli appartamenti a uso turistico
    by gian maria bavestrello on 22 Agosto 2019 at 12:22

    Dall’ufficio stampa del Comune di Santa Margherita Ligure riceviamo e pubblichiamo Durante i controlli contro gli abbandoni di rifiuti e contro i cattivi comportamenti sulla raccolta differenziata – da parte di agenti della Polizia Locale insieme al personale della Docks Lanterna – sono emerse alcune irregolarità degli ospiti degli appartamenti ammobiliati ad uso turistico. «Il […]

  • ‘Santa’: il saluto del sindaco a 40 studenti stranieri
    by marco on 22 Agosto 2019 at 10:04

    Dal Comune di Santa Margherita Ligure riceviamo e pubblichiamo Il Sindaco Paolo Donadoni ha incontrato questa mattina i ragazzi che stanno frequentando le lezioni di italiano all’istituto Colombo nell’ambito dell’iniziativa #Santaincontra. Sono una quarantina provenienti da Argentina, Cile, Perù, Uruguay, Russia, Armenia, Algeria, Spagna, Messico e dalla Crimea. […]

  • ‘Santa’: “Tigullio a Teatro”, gli appuntamenti
    by Consuelo on 22 Agosto 2019 at 10:03

    Dall’ufficio Comunicazione del Comune di Santa Margherita Ligure riceviamo e pubblichiamo Torna a Santa Margherita Ligure, da lunedì 26 a mercoledì 28 agosto, con anteprima prevista domenica 25, la XIXª edizione di “Tigullio a Teatro”, rassegna che quest’anno punta su “Letteratura & Teatro”. Domenica 25, nel santuario di Nozarego, Regione Liguria, Teatro Ipotesi, Teatro Nazionale di Genova e Gog presentano “Liguria […]

  • ‘Santa’: Radio Club Levante, e i ragazzi dei Centri estivi
    by marco on 22 Agosto 2019 at 8:09

     Da Marco Ferrini, Presidente Radio Club Levante riceviamo e pubblichiamo  Radio Club Levante incontra i centri estivi a Santa Margherita Anche questa estate il livello di attenzione rivolto al pericolo di incendi boschivi è elevato. I volontari del Radio Club Levante  oltre alla normale attività di controllo, spegnimento e bonifica, spendono tempo per la prevenzione […]

  • Portofino: cittadinanza a Berlusconi, ecco i motivi
    by marco on 22 Agosto 2019 at 6:11

    Cittadinanza onorario a Pier Silvio Berlusconi. Sull’Albo pretorio del Comune sono state pubblicati i motivi, come esposti dal sindaco9 Matteo Viacava in consiglio comunal4e. Vediamole. “Signori Consiglieri, riassumo, brevemente, le motivazioni che muovono la Civica Amministrazione di Portofino a conferire la Cittadinanza Onoraria a Pier Silvio Berlusconi. Pier Silvio Berlusconi vive con la propria famiglia […]

  • ‘Santa’: Festival della Politica con contestazione
    by marco on 22 Agosto 2019 at 6:01

    Festival della politica, ieri seconda serata con la defezione di quattro dei personaggi annunciati: Giovanni Toti; Giuseppe Pericu; Diego Fusaro e Piero Sansonetti. Vi è stata anche la contestazione di un giovane, irritato da chi, sul palco, ha sostenuto che Gramsci è stato molto sopravvalutato. Gli oratori hanno parlato di social; della situazione nelle università […]

Le prime tracce dell’antica Santa Margherita le troviamo sulle colline, con la presenza di insediamenti che già da tempi remoti (Neolitico) erano collegati con quelli del Castellaro di Uscio.
Gli insediamenti collinari conferivano il doppio vantaggio della sicurezza, attraverso il controllo della costa e delle esigenze, in gran parte ancora nomadi, della popolazione che si spostava periodicamente per la transumanza.
Più tardi, quando gli insediamenti divennero più stabili con l’agricoltura, le comunità si sistemarono a mezza costa, (in situazioni geografiche più salubri, dato che le pianure di fondovalle erano ancora in gran parte paludose).
Attorno al mille, quando la zona costiera divenne finalmente abitabile, troviamo i primi nuclei abitati a mezza costa: la presenza delle Chiese di Santa Maria di Nozarego e di San Giacomo di Castello, entrambe databili 1162, lo conferma.
Attorno al 1200 si hanno i primi contatti via mare, dimostrabili, anche in questo caso, dalla presenza di una Chiesa, dedicata ad una martire dell’Asia Minore: Santa Margherita d’Antiochia, nome che poi prenderà la città stessa, a suggerire fin dalla sua fondazione una vocazione spiccatamente commerciale e marinaresca.
Infatti gli storici hanno ipotizzato che la presenza della chiesa intitolata alla Santa, testimoniasse il traffico marittimo con l’Asia Minore e quello dei pellegrinaggi da Roma per Santiago de Compostela e ritorno.
Sembra che Santa Margherita fosse uno dei punti nevralgici del turismo religioso medievale via mare, organizzato da prelati e notabili locali.
Come altri comuni rivieraschi, Santa Margherita fu a lungo “contesa” fra Genova e nobili famiglie dei borghi limitrofi, come quella dei Fieschi.
Segno di una più silenziosa contesa, non belligerante e meramente “immobiliare” ma non per questo meno significativa, i dati catastali risalenti al 1642, che “fotografano” una spartizione della città, dove la maggior parte degli immobili risulta registrata a nome delle nobili famiglie dei dogi genovesi ed in minore ma tuttavia cospicua parte a quelle dei Fieschi, con le loro vaste proprietà della Chiesa di Santa Maria in Via Lata.
Fra le attività di spicco di Santa Margherita vi erano quelle della fabbricazione di merletti e sete pregiate, della pesca del corallo e della produzione dell’olio.
La città fu abitata per molti secoli dalle famiglie più influenti della Repubblica di Genova, fra cui quelle dei Lomellini e dei Durazzo.
Proprio dei Durazzo è l’iniziativa, del 1707, di istituire una sede delle fiere di cambio a Santa Margherita, veri e propri “convegni” dell’epoca, dove i maggiori banchieri d’Italia e d’Europa si riunivano per discutere e fare affari.
A Cavallo fra il ‘600 e il ‘700 la città conosce un periodo di fulgore economico, dato che diventa la sede privilegiata di molte famiglie nobili che ne fanno il fulcro dei loro interessi.
A testimonianza di quel periodo gli sfarzosi palazzi Lomellini, Spinola e Durazzo, e le sontuose chiese barocche fatte costruire dalle famiglie locali.
A cavallo fra il 700 ed il 900 la città soffre, come molte altre nella zona, le alterne vicende della dominazione francese di Bonaparte prima e dei Savoia poi.
Divenuta italiana, sarà scossa dal suo torpore dall’arrivo della ferrovia, che ne confermerà la vocazione turistica.
La prima ondata del turismo d’elite, (fine ‘800 primi ‘900) sarà capace di imprimerle il segno duraturo del gusto dell’epoca, che con il fiorire dei giardini esotici e delle palme, e delle grandiose ed ardite ville liberty, ne altererà piacevolmente la fisionomia lasciando un impronta caratteristica e duratura, sottilmente mitteleuropea: quell’aria internazionale che è confermata tutt’oggi, dalla presenza del turismo straniero e del jet set internazionale.