Chiavari

Chiavari e Carasco – Levante News tutte le notizie dalla riviera ligure e dall'entroterra

  • Chiavari: presentazione del libro “la mia Chiavari ieri e oggi”
    by Consuelo on 22 Marzo 2019 at 14:16

    Dalla Società Economica di Chiavari riceviamo e pubblichiamo Domani alle 17 nella Sala Ghio-Schiffini della Società Economica di Chiavari, presentazione del libro “la mia Chiavari ieri e oggi” di Fernando Galardi (De Ferrari Editore). Presenta Elvira Landò. Ingresso libero. […]

  • Carasco: coltivava hashish, arrestato ventiduenne
    by marco on 22 Marzo 2019 at 13:41

    Un equipaggio della Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Chiavari, in collaborazione con i colleghi della locale Stazione, nel corso di un servizio, durante una perquisizione nell’abitazione di un 22 enne di Carasco, rinvenivano all’interno 31 grammi di “marijuana”, 8 grammi di “hashish”, materiale idoneo per la coltivazione e il confezionamento, nonché la somma di 70 […]

  • Chiavari: riapertura passaggio di vico Malpertuso
    by marco on 22 Marzo 2019 at 12:21

    Dall’ufficio stampa del Comune di Chiavari riceviamo e pubblichiamo A seguito dei lavori di pulizia che hanno interessato il canale delle acque piovane di vico Malpertuso, lunedì 25 Marzo verrà riaperto il passaggio pedonale per raggiungere Largo Pessagno, la piscina comunale e le scuole della zona. Il cantiere traslocherà nei parcheggi di via Entella, attigui […]

  • Pallanuoto M/ Un debole Chiavari affronta il Rapallo
    by marco on 22 Marzo 2019 at 9:27

    Dall’ufficio stampa della Chiavari Nuoto riceviamo e pubblichiamo. Di Guido Martinelli Vigilia tormentata, quella della Chiavari Nutoto prima della partita con il Rapallo. La sosta del campionato non è servita a dissolvere i problemi di quantità della formazione di Danilo Ghio , la quale si appresta ad intraprendere il girone di ritorno , partendo proprio […]

  • Chiavari: sabato un gazebo, “Dillo alla Lega”
    by marco on 21 Marzo 2019 at 19:23

    Dalla Lega Salvini riceviamo e pubblichiamo La Sezione della Lega di Chiavari lancia l’iniziativa “Dillo alla Lega”. Sabato 23 marzo 2019, a Chiavari in Via Martitri della Liberazione dalle 15 alle 18 (davanti alla farmacia Bellagamba), si terrà un gazebo della Lega sezione Chiavari dove sarà possibile compilare il modulo “Dillo alla Lega” per segnalare […]

  • Tribogna: “Ciclovia lungo torrente Lavagna in pessime condizioni”
    by marco on 21 Marzo 2019 at 16:01

    Da Vittorio Mazza, consigliere regionale Lega Nord Liguria – Salvini, riceviamo e pubblichiamo “La ‘Ciclovia dell’ardesia’, che corre lungo 35 chilometri parallelamente al fiume Entella fino a Bassi di Tribogna, in alcuni tratti è in pessime condizioni. In particolare nel primo segmento all’interno del territorio del Comune di Lavagna, dove sussiste una situazione di potenziale […]

  • Chiavari: rapinatore appiedato in banca, bottino mille ueuro
    by marco on 21 Marzo 2019 at 14:12

    “Chiuso per motivi tecnici”. In realtà alla filiale del Credito emiliano di piazza Roma era stata commessa una rapina. Un uomo, di cui è stato tracciato un identikit, si è presentato in banca armato di un cutter. Avrebbe chiesto 1.000 euro per poi allontanarsi a piedi e dileguarsi nel centro storico. Sulle sue tracce sono […]

Dopo i primi insediamenti che risalgono all’Eta del Ferro abbiamo notizie certe della città a partire dal 1178 anno in cui fu riedificata su spinta del Comune di Genova che voleva allargare la sua sfera d’influenza. Grazie alla sua posizione infatti, Chiavari apriva i collegamenti con la Pianura Padana e la Toscana, ed era perciò predestinata a diventare un punto chiave di sviluppo nella riviera di levante.

La città fu però contesa per secoli frai Conti di Lavagna, i Fieschi e i Ravaschieri e la Repubblica di Genova che invece volle darle un differente assetto politico amministrativo, diverso da quello imposto dal Barbarossa.
Nonostante la presenza di Genova, i Fieschi ebbero una profonda influenza nella vita chiavarese dove edificarono l’ospedale, il lazzareto, la cappella di San Lazzaro a Caperana nonchè la Chiesa di Santa Maria del Ponte, la grandiosa Chiesa di San Francesco di Castelletto e quella di San Giovanni Battista, il convento di Sant’Eustachio e la cattedrale di nostra Signora dell’Orto, di epoca barocca.
Il settecento chiavarese conosce una città in pieno sviluppo( fioritura), abitata da famiglie aristocratiche e borghesi queste ultime dedite al commercio dell’olio, del vino e alla produzione tessile ma anche alla cantieristica e la marineria.
Nello stesso periodo la città fu anche fervente centro culturale, dove una classe di intellettuali e letterati sensibili e ricettivi fu ispirata dalle idee dell’Illuminismo e del Risorgimento.
Nel 1791 il governatore di Chiavari, Stefano Rivarola, fondò la Società Economica, che promosse lo sviluppo dell’istruzione pubblica, le attività agricole, artigianali, commerciali ed industriali.
Dopo alterne fortune, che videro Chiavari passare sotto la dominazione Napoleonica prima e quella Sabauda poi e l’emigrazione massiccia di artigiani, commercianti e contadini verso le americhe nel novecento, che la svuotarono di risorse, la città visse un periodo di rinnovato splendore proprio con il ritorno di quelli che nelle Americhe avevano fatto fortuna, i quali aprirono e fondarono banche ed istituti di credito e abbellirono la città con palazzi, ville, giardini e parchi.
Chiavari oggi è una cittadina industriosa e prospera.
Il suo centro storico, mirabilmente restaurato, ci appare ancora in tutto il suo splendore medioevale, con i suoi portici, lunghi e irregolari, e gli stretti carrugi che si spalancano in Piazze cui fanno cornice palazzi di rara bellezza.
Le luci dei tanti Caffè, boutiques e negozi occhieggiano da sotto gli archi gotici con i loro fregi.
Il porto turistico, secondo solo a quello di Lavagna e che ospita 470 posti barca, è stato oggetto di recente di progetti d’espansione, questa iniziativa come tante altre che animano la città, non è che uno dei tanti esempi di continuità con un passato glorioso le cui ambizioni e tensioni sono tuttora vive.